Prodotti di origine animale: quando ci vuole il bollo CE?

Facciamo chiarezza su una questione ancora poco chiara agli operatori, riguardante gli obblighi sanitari e di riconoscimento per chi prepara e manipola alimenti di origine animale. L’incremento anche qui in Puglia, di laboratori di preparazione di piatti pronti per vendita diretta o verso terzi, oltre alla pasta ripiena e gastronomia da asporto, ha generato molta confusione in merito agli obblighi di tali strutture di trasformazione che, tra i vari ingredienti, utilizzano prodotti di origine animale. Gli operatori del settore alimentare possono immettere sul mercato solo prodotti…

L’ennesima norma per l’etichettatura degli allergeni

Con una circolare esplicativa il Ministero dello Sviluppo Economico precisa le disposizioni relative all’indicazione degli allergeni alimentari nelle etichette dei prodotti. Ciò per evitare, da parte degli operatori interessati, applicazioni non conformi alla legislazione comunitaria vigente. L’intervento mira a tutelare le persone con intolleranze alimentari (un caso ogni 250 circa in Italia, secondo le stime più autorevoli) e, in particolare, i celiaci, stimati in 400 mila, con 2.800 nuovi celiaci nati annualmente (+9%). Attraverso una costante trasparenza delle informazioni presenti nelle etichette alimentari, si vuole…

Aggiornata la lista degli allergeni alimentari

Il 25 novembre 2003 entrò in vigore la c.d. direttiva allergeni, 2003/89/CE, mediante la quale il legislatore comunitario intese garantire ai consumatori affetti da allergie alimentari, le informazioni a loro utili per discernere l’esatto contenuto dei prodotti alimentari. Gli ingredienti che appartengono all’elenco delle sostanze allergeniche o siano da tali sostanze derivati – quando utilizzati nella preparazione di un alimento e presenti nel prodotto finito (anche se in forma alterata) – devono venire inderogabilmente menzionati in etichetta con il nome della sostanza (es. noci).

Etichettatura dei prodotti alimentari Parte II: la normativa italiana

Siamo arrivati alla seconda puntata di questa carrellata in materia di etichettatura degli alimenti con la quale si vuole cercare di mettere ordine in un panorama normativo molto vasto e variegato e, soprattutto, sempre ricco di novità e aggiornamenti. Dopo aver visionato la normativa europea, arriviamo a come in Italia è stata recepita la DIR 2000/13/CE. Cerco di essere molto sintetico per questo. Le informazioni obbligatorie dei prodotti pre-confezionati che devono comparire in etichetta sono stabilite nel nostro paese dal D.Lgs. n.109/1992 integrato dal D.Lgs….

Etichettatura dei prodotti alimentari Parte I: la normativa europea

Cominciamo da oggi un escursus in tre parti sul panorama normativo dell’etichettatura degli alimenti. In questo primo articolo tratteremo orizzontalmente i principali aspetti della normativa europea in materia, soffermandoci su tutte quelle voci che obbligatoriamente devono essere presenti sull’etichetta di un alimento. Partiamo dalla norma comune, poi recepita dai singoli Stati, cioè la Direttiva 2000/13/CE del Parlamento e del Consiglio del 20 marzo 2000 relativa al ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri in materia di etichettatura e presentazione dei prodotti alimentari, nonché della loro pubblicità….

Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons

Chi sono

Io sono Bodhi che appunto deriva da Bodhisattva, "colui che cerca di conseguire l'illuminazione', io in verità, cerco solo l'essenza di uno stile di vita che mi metta in armonia con la vita e con la natura. Continua a leggere nel mio profilo

Copyright 2014 Profondofud · RSS Feed · Accedi

The Verbage Theme v2 by Organic Themes · WordPress Hosting

Organic Themes